Investire nei Principali Indici di Borsa

Gli indici di borsa permettono di realizzare delle strategie di investimento per diversi profili di investitore. Ogni borsa presenta spesso diversi indici, che racchiudono all’interno diversi comparti. Per fare un esempio, i tre principali indici di borsa americani sono il Down Jones , il Nasdaq-100 e lo SP 500.

I tre indici racchiudono diversi ambiti industriali. Ad esempio l’indice Down Jones racchiude i principali 30 titoli per capitalizzazione della borsa americana. Il Nasdaq invece racchiude le 100 aziende non finanziarie, che spesso decidono di quotarsi alla borsa di New York, pur essendo situati in un'altra nazione.

Studiando accuratamente la composizione degli indici delle diverse borse mondiali è possibile, avendo chiara anche la situazione internazionale del mercato dei cambi e delle varie economie, realizzare delle strategie di investimento nei principali indici di borsa.  

Investire negli indici di borsa significa comprare (o vendere) creando un paniere che racchiude all’interno poi altri benchmark.

Per un investitore italiano ad esempio, potrebbe essere più interessante investire nei principali indici di borsa americani, in previsione di una crescita economica superiore degli Stati Uniti, e in previsione di un apprezzamento del dollaro sull’euro.

Facendo un esempio, investendo con una ottica temporale annuale, sull’indice Nasdaq 100, attendendosi una crescita del 7%, e un apprezzamento sul dollaro del 5% è possibile realizzare una interessante performance, spostandosi semplicemente su un mercato in crescita.

Ancora un volta per eseguire queste strategie di investimento nei principali indici di borsa mondiali è necessario utilizzare degli strumenti che replichino fedelmente l’indice sottostante, scegliendo tra i vari ETF, fondi di investimento nei principali indici di borsa, futures.

In conclusione investire nei principali indici di borsa è una strategia di investimento che consente di analizzare e scegliere i mercati ed i comparti, approfittando dei trend economici che ciclicamente accompagnano i mercati.